Impianti dentali in Albania: quali sono le opzioni disponibili?

Vi mancano dei denti o avete problemi con una dentiera o un ponte che non vi sta bene? Se sì, dovreste assolutamente prendere in considerazione gli impianti dentali in Albania. Gli impianti dentali, che sono la seconda cosa migliore rispetto ai denti naturali, sono definiti come il loro sostituto nel modo in cui appaiono, si sentono e funzionano, in modo che possiate essere sicuri del vostro sorriso. Grazie ai loro vantaggi rispetto alle soluzioni convenzionali di sostituzione dei denti, gli impianti dentali offrono un valore superbo e duraturo e possono essere utilizzati in modo straordinario per una salute orale duratura.

In questo articolo vi presenteremo la definizione di impianti dentali, i loro vantaggi, i benefici rispetto ad altri trattamenti tradizionali, il loro costo, le opzioni disponibili e molto altro ancora. Continuate a leggere per saperne di più.

A cosa si riferisce il termine "impianto dentale"?

Un impianto dentale serve a sostituire un dente perso ed è composto da due parti: la corona visibile e la radice. La corona è la parte visibile e rivestita di smalto bianco.

La radice del dente è responsabile dell'ancoraggio della corona all'osso mascellare ed è la parte che un impianto sostituisce. Un impianto dentale tipico ha due componenti: il dispositivo implantare, che viene inserito chirurgicamente direttamente nell'osso mascellare, e il pilastro che collega il dispositivo implantare al componente finale, che è la corona o la protesi dentaria sovrastante.

Gli impianti dentali hanno applicazioni polivalenti, come la sostituzione di un dente mancante, di diversi denti circostanti o addirittura di tutti i denti di una mascella, e possono sostenere una protesi rimovibile o fissa. Il numero di impianti necessari per il restauro e la disponibilità di osso per accogliere gli impianti determinano il posizionamento degli impianti stessi.

Oggi gli impianti dentali sono realizzati principalmente in titanio, un metallo che vanta biocompatibilità, potenza e resistenza, oltre alla caratteristica distintiva di legarsi direttamente al tessuto osseo, un processo definito osteointegrazione. Sebbene altri materiali, come lo zirconio, siano promettenti per gli impianti del futuro, non sono ancora completamente perfezionati per un uso diffuso.

Quali sono i vantaggi degli impianti dentali?

1. Vestibilità comoda e aspetto naturale.

Gli impianti dentali sono realizzati su misura in base all'aspetto, alla sensazione e alla funzionalità dei denti veri. Inoltre, danno ai pazienti la possibilità di mangiare, sorridere e impegnarsi nella comunità senza il timore di apparire brutti o che la dentiera possa cadere.

2. Durevole e affidabile.

Con la giusta cura e manutenzione, gli impianti dentali durano quanto i restauri tradizionali sui denti, con risultati previsti.

3. Grande tasso di successo.

Gli impianti dentali ben studiati e curati, di norma, offrono un'ottima percentuale di successo, equivalente o molto migliore di qualsiasi altra opzione di sostituzione dei denti. Inoltre, con il miglioramento della tecnologia e delle tecniche implantari, si prevede che anche il tasso di successo degli impianti sia in aumento. Le persone in ottima salute generale hanno le migliori possibilità di ottenere impianti di successo.

4. Miglioramento della capacità di ingerire e masticare il cibo.

Gli impianti dentali sono fissati all'osso mascellare proprio come i denti veri. Con il tempo aiutano a preservare l'osso mascellare e a ridurre la ricezione ossea. La sostituzione dei denti mancanti con impianti dentali consente di masticare meglio il cibo e di parlare in modo più chiaro.

5. Miglioramento delle caratteristiche del viso e dello scheletro.

Gli impianti dentali salvaguardano il tessuto dentale naturale, evitando di dover tagliare i denti circostanti per la costruzione di ponti tradizionali. Inoltre, proteggono l'osso e riducono notevolmente il riassorbimento e il deterioramento osseo, che comporta la perdita di altezza delle ossa mascellari. Inoltre, gli impianti dentali contribuiscono a migliorare il viso e a rendere più evidenti le caratteristiche dello scheletro.

Quali sono i vantaggi degli impianti dentali rispetto alle altre opzioni di trattamento disponibili?

Di seguito sono elencati alcuni dei vantaggi degli impianti dentali:

  • Gli impianti offrono risultati eccezionali, come il miglioramento dell'estetica, del linguaggio e della funzione masticatoria, nonché una migliore salute orale complessiva. Il vantaggio più sostanziale degli impianti è che infondono fiducia nei pazienti, consentendo loro di sorridere, mangiare e partecipare alle interazioni sociali senza preoccuparsi del proprio aspetto.
  • La conservazione dell'osso sano rimanente dopo un'estrazione.
  • Evitando la necessità di un ponte o di una sostituzione simile per un dente mancante, è possibile preservare i denti adiacenti e il loro smalto.
  • Gli impianti sono resistenti alla carie perché non sono vulnerabili alla carie come i denti naturali.
  • Gli impianti offrono la possibilità di un restauro fisso piuttosto che di protesi rimovibili.
  • Gli impianti possono aiutare a mantenere una protesi rimovibile.

Quali sono le fasi del processo di trattamento degli impianti dentali?

Fase 1: una valutazione completa.

Il primo passo è una valutazione completa e l'elaborazione di un piano di trattamento.

Fase 2: impianto delle protesi dentarie.

Dopo una valutazione, l'inserimento dell'impianto e il restauro definitivo comportano alcune fasi:

Un perno implantare in titanio a cavatappi viene inserito chirurgicamente nell'osso mascellare e lasciato guarire.

  • In una procedura in un'unica fase, l'impianto dentale viene inserito e viene applicato un pilastro provvisorio.
  • In una procedura a due fasi, l'impianto dentale viene inserito, ricoperto di tessuto gengivale e lasciato guarire prima di un ulteriore trattamento.

Nel corso del processo di guarigione, l'impianto si fonderà con l'osso per creare una base solida e duratura per le protesi sovrastanti. Questo può avvenire in poche settimane o in alcuni mesi. In alcuni casi, è possibile utilizzare una protesi provvisoria per ripristinare l'area mentre l'impianto si sta riprendendo.

Fase 3. Collegamento del pilastro.

Nel frattempo l'impianto si è composto e un pilastro che attraversa la gengiva viene avvitato sull'impianto dentale. La protesi finale, che può essere una protesi che contiene più denti, un ponte o anche un singolo dente, viene quindi collegata al pilastro.

  • Per un intervento in una sola fase: si prende l'impronta e si posiziona il pilastro. L'impronta sarà utile per sapere quale corona verrà creata per adattarsi ai denti naturali.
  • Per un intervento in due fasi: affinché l'impianto dentale venga rivelato per l'inserimento del pilastro, è necessario un secondo intervento.

Fase 4. Adeguamento e valutazione di follow-up.

Una volta preparata, la corona viene collegata al pilastro. A ciò seguono generalmente appuntamenti di controllo e valutazioni per assicurarsi che la corona si adatti all'aspetto e alla funzionalità dei denti reali. L'ultima fase consiste nel mantenere la cura a casa e nel programmare regolari visite odontoiatriche per mantenere la salute dell'impianto. Le visite dentistiche sono normalmente programmate dal dentista.

Qual è il costo degli impianti dentali?

Il costo degli impianti dentali può variare in base alla portata dei trattamenti richiesti. Con gli impianti si può sostituire un singolo dente, più denti o tutti i denti. Per la sostituzione di un singolo dente, i costi sono quasi uguali a quelli delle soluzioni di sostituzione più tradizionali, come i ponti o le protesi parziali. Per i denti multipli o per i restauri più complicati, gli impianti hanno normalmente un prezzo più elevato rispetto ad altre tecniche di sostituzione dei denti, come i ponti fissi o le protesi rimovibili.

Le spese effettive sostenute per un intervento di impianto dentale possono variare da poche centinaia di dollari a diverse migliaia di dollari, a seconda di diversi fattori:

  • Che il paziente necessiti di un impianto per un singolo dente o di più impianti per sostituire la maggior parte o tutti i denti.
  • Preferenza tra protesi dentarie rimovibili e fisse per la sostituzione dei denti mancanti
  • Eventuali trattamenti preliminari, come l'innesto di osso o tessuto, necessari prima di sottoporsi all'intervento di implantologia dentale.
  • Le condizioni dell'osso mascellare e delle gengive influiscono sulla possibilità di sottoporsi a un intervento di implantologia dentale.

Per offrirvi un preventivo specifico, l'odontoiatra dovrà prima completare una valutazione e prendere in considerazione i vostri desideri, le vostre esigenze e la vostra attuale salute orale. L'impianto dentale è fatto su misura per la vostra bocca. Per facilitarvi le cose, il dentista scriverà un piano di trattamento che conterrà tutti i dettagli del trattamento successivo e la stima dei tempi e dei costi necessari.

Qual è la durata stimata dell'intervento di implantologia dentale?

La durata stimata dell'intervento di implantologia dentale varia da individuo a individuo, a seconda di molti elementi. In primo luogo, la valutazione e la pianificazione. In secondo luogo, l'inserimento chirurgico degli impianti. In terzo luogo, il processo di guarigione. Infine, il posizionamento finale dei restauri sugli impianti. Il periodo di trattamento completo va dall'inserimento immediato degli impianti e dei restauri dopo l'estrazione di un dente fino a diversi mesi dopo l'inserimento dell'impianto. I trattamenti più complicati richiedono normalmente più tempo. La cosa migliore da fare è consultare il proprio odontoiatra, che deve valutare l'anamnesi, la storia dentale e qualsiasi condizione di salute esistente per stabilire la tecnica di trattamento appropriata.

Qual è la durata di vita prevista degli impianti dentali?

La durata di vita prevista per gli impianti dentali è solitamente elevata. In caso contrario, sempre. Con una buona cura domiciliare e valutazioni professionali di follow-up nello studio dentistico, gli impianti dentali dureranno a lungo. Come per i denti veri, la cura del cavo orale per gli impianti dentali prevede l'uso del filo interdentale, dello spazzolino e di una buona igiene orale o le consuete visite dal dentista per la manutenzione.

Gli impianti dentali durano normalmente a lungo con una buona cura domiciliare e controlli professionali di routine presso lo studio dentistico. Come per i denti naturali, una buona igiene orale, l'uso del filo interdentale e lo spazzolamento sono necessari per gli impianti dentali e per i loro restauri di supporto. Visite regolari al dentista per la manutenzione sono essenziali per monitorare la salute degli impianti dentali e delle protesi connesse.

Come si curano e si mantengono gli impianti dentali?

Anche per la cura e la manutenzione degli impianti dentali valgono i consigli consigliati dal dentista per i denti naturali. Tuttavia, potrebbero essere necessarie alcune cure orali aggiuntive per mantenere al meglio il lavoro dentale, a seconda del tipo di protesi supportata da impianti dentali. Le cure dentali generali per gli impianti comprendono le pulizie dentali di routine e una corretta cura domiciliare, come lo spazzolamento, l'uso del filo interdentale e il risciacquo con il collutorio. A proposito di collutorio, è necessario prestare attenzione alla scelta di quello da utilizzare e chiedere al dentista quale sia quello che irrita meno le ferite orali. Le protesi dentali più complicate richiedono l'uso di accessori aggiuntivi, come gli idropulsori, i fili interdentali speciali o persino piccoli spazzolini personalizzati per la pulizia in spazi ristretti. 

Quali sono i potenziali rischi associati alla chirurgia implantare?

Numerosi interventi di implantologia dentale sono caratterizzati da rischi potenziali pressoché nulli. Sono sicuri e comportano un processo piuttosto rilassato. Problemi di salute importanti, come il diabete, l'ipertensione o gravi problemi cardiaci, possono richiedere valutazioni ed esami da parte dei medici prima del trattamento con impianti dentali. Non c'è alcun problema a ottenere un impianto dentale se l'estrazione del dente è avvenuta senza alcuna complessità. Il vostro professionista della salute orale è in grado di esaminare tutti i rischi legati alle vostre specifiche esigenze di impianto dentale.

Quali sono i fattori da considerare per stabilire se gli impianti dentali sono un'opzione adatta a me?

Il modo più appropriato per sapere se gli impianti dentali sono una soluzione di trattamento adeguata è un consulto con un odontoiatra. Durante la consultazione, l'odontoiatra raccoglierà l'anamnesi, l'anamnesi dentale e lo stato di salute orale generale. È consigliabile parlare dei desideri e delle esigenze con il dentista, sia esso un protesista o un dentista generico, come parte della procedura di preparazione al trattamento.

Tipi di impianti dentali

Esistono tre tipi standard di impianti dentali che si possono scegliere tra impianti endostali, impianti subperiostali e impianti zigomatici.

L'opzione più sicura e comune di tutte e tre è quella endostale, poi c'è quella subperiostale e infine quella zigomatica, la più complicata. È poco utilizzata.

Impianti endostali

Come già detto, gli impianti endostali sono l'opzione più sicura e più comune tra tutti i tipi di impianti dentali. Sono i più indicati per i pazienti che dispongono di un osso mascellare solido e sano in cui il perno si possa osteointegrare.

Si tratta di perni in resina modellati a forma di vite, inseriti nella mascella, dove sono presenti i denti innaturali.

L'unico aspetto negativo degli impianti dentali endostali è il loro periodo di guarigione, che richiede molto tempo per la fusione e la creazione della cittadella. Subito dopo il processo di guarigione, i denti innaturali possono essere posizionati sul perno per fondersi con i denti adiacenti.

Se non vi piace l'idea di inserire qualcosa nell'osso mascellare, probabilmente vi piacerà di più l'immagine del secondo impianto preferito.

Impianti sottoperiostei

Il secondo tipo di impianto dentale è l'impianto subperiostale, il principale sostituto degli impianti endostali.

Gli impianti subperiostei sono realizzati per poggiare sull'osso e sotto le gengive, anziché essere fissati nell'osso mascellare.

L'intervento consiste nel posizionamento di una struttura metallica sotto le gengive, alla quale è collegato un perno. In seguito, le gengive guariscono intorno alla struttura e la tengono in posizione. I denti innaturali vengono fissati ai pali che partono dalle gengive.

Vale la pena ricordare che questo tipo di procedura è adatta solo ai pazienti che non hanno abbastanza osso mascellare per l'inserimento di un impianto o che, in alcuni casi, non vogliono sottoporsi a un intervento di chirurgia orale esaustivo per aggiungere osso all'area.

Se fate parte di questo tipo di pazienti, abbiamo un'altra opzione per voi.

Impianti zigomatici

Gli impianti zigomatici sono il tipo di impianto dentale meno completo che si possa ottenere. Fa parte delle procedure più complesse e deve essere preso in considerazione solo se l'osso mascellare non è sufficiente per l'impianto endostale.

Invece di essere inserito nell'osso mascellare del paziente, l'impianto viene inserito nello zigomo.

Ora che abbiamo parlato dei tre tipi di impianti, è il momento di parlare delle tecniche o dei metodi di impianto.

Altre tecniche

Se si prospettano altre complicazioni e la mascella non è in grado di sostenere gli impianti, mentre l'impianto zigomatico è aperto alla discussione e non è un'opzione, il dentista insinuerà altre soluzioni.

Aumento dell'osso

Il dentista riabiliterà l'osso della mascella se, in tali circostanze, non è in grado di sostenere gli impianti dentali. È possibile utilizzare l'attività ossea per rinforzare l'osso. Anche se sembra un'idea uscita da Il Signore degli Anelli, può funzionare. 

Sollevamento del seno mascellare

L'intera procedura si basa sull'aggiunta di osso al di sotto del seno mascellare, nel caso in cui l'osso presente sia decaduto o degenerato a causa della mancanza dei denti posteriori superiori.

Espansione del crinale

Capita che la mascella non sia sufficientemente espansa per l'inserimento di un impianto. A questo punto i dentisti decidono di innestare del materiale da aggiungere allo spazio creato lungo la parte superiore della mascella.

I metodi sopra citati sono tutti metodi che fanno spazio agli impianti dentali, tuttavia, se il dentista ritiene queste opzioni un'idea stupida, non tutto è perduto. Esistono altri metodi che il dentista potrebbe prendere in considerazione:

Carico immediato degli impianti dentali

Questo tipo di impianto dentale equivale ad aggiungere una ruota di scorta all'auto, solo che questa volta si tratta dei denti. Si tratta di una tecnica che consente il posizionamento temporaneo di un dente provvisorio, nello stesso giorno in cui viene inserito l'impianto.

Se disponete di osso sufficiente e di un impianto abbastanza solido da sostenere l'inserimento e la forza del dente provvisorio, questa è la soluzione perfetta per voi.

Mini impianti dentali

Si tratta di impianti dentali di dimensioni paragonabili a quelle degli impianti dentali convenzionali. Sono estremamente piccoli. Il loro utilizzo principale è per la stabilizzazione di una protesi inferiore.

Anche se meno innovative delle altre tecniche, sono comunque una soluzione assolutamente valida da prendere in considerazione.

Tutto su 4

Utilizzato come alternativa all'inserimento di una serie completa di denti sostitutivi superiori o inferiori, All-On-4 prevede l'inserimento di quattro impianti nell'osso disponibile. In questo modo si elimina l'idea dell'innesto osseo. Un set di denti sostitutivi impermanenti può essere inserito in giornata.

L'unico aspetto negativo della procedura ALl-On-4 è il fatto che dovrete seguire una dieta ristretta mentre i tessuti sono in via di guarigione e avviene il legame tra l'osso e gli impianti.

Tuttavia, è possibile riprendere la propria dieta regolare dopo sei mesi, quando verrà posizionato un set permanente di denti sostitutivi.

Tutto su 6

Il metodo implantare All-On-6 genera protesi durature utilizzando sei impianti dentali. Funziona come un'imbuto per un ponte o un'overdenture. Sei impianti vengono inseriti nella mascella inferiore o superiore per fissare i denti protesici in modo duraturo. Dopo aver effettuato una valutazione completa con TAC 3D e radiografie digitali, un odontoiatra valuterà la struttura anatomica della bocca. In seguito, l'odontoiatra esaminerà la perdita di tessuto osseo e creerà le impronte per realizzare un sorriso nuovo e fresco.

Nel corso del tempo, gli impianti inseriti nell'osso mascellare si integreranno con l'osso, imitando le radici naturali e ripristinando un sorriso dall'aspetto naturale.

Tutto su 8

Gli impianti dentali All-On-8 prevedono un inserimento in una sola fase con carico rapido. Questo metodo è particolarmente indicato nei casi di adentia totale (perdita di tutti i denti). Una singola arcata dentale richiede da otto a quattordici impianti dentali. La caratteristica principale di questa tecnica implantare è che non richiede l'innesto osseo: nel 90% degli scenari, l'interpolazione degli impianti può essere effettuata interamente senza correggere prima la densità dell'osso mascellare. 

Inoltre, le protesi sono posizionate in modo lineare, consentendo ai pazienti di tornare alla loro vita di routine nei pochi giorni successivi al trattamento. Una protesi fissa viene impiantata entro i primi 2-3 giorni dall'inserimento dell'impianto. Questo è fondamentale perché influisce sul ripristino dell'aspetto e della funzione dei denti veri, rafforzando l'autostima del paziente. Inoltre, le protesi sono indispensabili per l'integrità del tessuto osseo e il carico dell'impianto.

Sommario

Contattaci

it_ITItaliano