Recupero degli impianti dentali: Come accelerare il processo di guarigione

Sottoporsi ad un intervento di implantologia dentale può far sentire ansiosi ed estremamente entusiasti allo stesso tempo. Molte persone che decidono di sottoporsi a un intervento di implantologia dentale si sentono entusiaste della possibilità di tornare a gustare i cibi che preferiscono e di sentirsi sicure di avere un sorriso splendido. Allo stesso tempo, però, è più che normale sentirsi in ansia per il processo di recupero e guarigione dopo l'intervento. Soprattutto se si tiene conto del fatto che gli impianti dentali devono osteointegrarsi o, in altre parole, fondersi con l'osso circostante, affinché l'intervento possa dirsi riuscito.

Cosa si può aspettarsi dopo un intervento di implantologia dentale?

Le prime 48 ore

Subito dopo l'intervento di chirurgia implantare, il dentista posizionerà una garza sull'area chirurgica. La garza deve essere mantenuta in posizione per trenta minuti, naturalmente esercitando una pressione forte e decisa.

È normale che la ferita chirurgica fluisca fino a quarantotto ore dopo l'intervento. Tuttavia, il sanguinamento dovrebbe rallentare notevolmente dopo la prima ora. In caso contrario, si può sempre mordere una bustina di tè che rilascia acido tannico e restringe i vasi sanguigni intorno all'area chirurgica.

Durante questa fase, è necessario assumere farmaci da banco per gestire il dolore e il fastidio. È necessario prestare molta attenzione alle istruzioni del dentista per quanto riguarda i tempi e le quantità di dosaggio. Per alleviare ulteriormente il dolore, è possibile applicare un impacco freddo sulla mascella ogni venti minuti.

Fate attenzione alle attività faticose durante questo periodo. Uno stress eccessivo potrebbe causare la riapertura delle ferite e costringere a ricominciare il processo di guarigione. Un'altra raccomandazione è quella di limitarsi a cibi morbidi fino a quando la ferita dell'impianto non sarà guarita e non farà più male.

La prima settimana

Se si seguono attentamente le istruzioni post-operatorie, ci si dovrebbe sentire meglio già dal terzo-quarto giorno dopo l'intervento. Durante questo periodo, è possibile iniziare a diminuire lentamente l'uso di farmaci antidolorifici. Alcuni pazienti provano molto più dolore di altri, per cui potrebbero aver bisogno di assumere i farmaci per un'intera settimana. Per quanto riguarda i farmaci antidolorifici, è sempre opportuno avvisare il proprio dentista. 

Il primo appuntamento di controllo dovrebbe avvenire dopo sette-dieci giorni dall'intervento. A questo punto, sempre con l'approvazione del dentista, è possibile riprendere la dieta normale.

Cronologia della guarigione totale

La guarigione dell'impianto dentale richiederà alcuni mesi, durante i quali il corpo genererà osso fresco intorno all'impianto e lo assimilerà come parte naturale del corpo. Questo processo biologico, noto come osteointegrazione, facilita il corretto inserimento del nuovo impianto nell'osso mascellare. Nel caso in cui siano necessarie procedure preparatorie supplementari, come innesti ossei o rialzi del seno mascellare, la durata complessiva del recupero potrebbe allungarsi leggermente. Per garantire risultati ottimali e prevenire le infezioni, è essenziale mantenere una buona igiene orale.

Ecco alcune linee guida generali per favorire il recupero dopo un intervento di implantologia dentale:

In più di un caso, l'osteointegrazione può richiedere fino a sei mesi. Alcune persone si sentono intimorite da questo lasso di tempo, eppure va notato che l'intero processo di guarigione non è così negativo come molti credono. Per rendere il processo di guarigione più rapido e semplice, vi elenchiamo alcuni consigli che possono aiutarvi nell'intero processo dopo l'intervento di implantologia dentale.

Riposo

Tra le cose più importanti da fare durante il processo di guarigione c'è quella di lasciare che il corpo si riposi. Se iniziate a sentirvi giù e stanchi, il vostro corpo vi indica che è troppo stanco per andare avanti e che dovete rallentare. È essenziale ascoltarlo durante il recupero da un intervento di implantologia dentale. Spingersi al limite non farà altro che rallentare il processo di recupero. Questo è estremamente importante nei primi giorni dopo l'intervento, ma è altrettanto importante non esagerare una volta che ci si sente meglio. Anche quando si comincia a sentirsi meglio, si consiglia di evitare attività vigorose e qualsiasi tipo di attività che possa mettere a rischio di essere colpiti in faccia, poiché entrambe le cose aumentano il rischio di complicazioni post-operatorie.

Mangiare cibi morbidi e nutrienti

Dopo aver subito un intervento di implantologia dentale, la domanda principale è cosa mangiare. Nelle prime quarantotto ore dopo l'intervento, è vietato mangiare cibi caldi o piccanti, perché causano emorragie o, peggio ancora, irritazioni della zona chirurgica. Dopodiché, la regola generale è che si possono mangiare solo cibi morbidi. Per alimenti morbidi si intendono quelli che non richiedono la masticazione o il movimento della mandibola, poiché quest'ultimo può causare l'irritazione della zona chirurgica. Una volta guarita l'incisione, si può passare gradualmente a cibi che richiedono una masticazione minima; però, è necessario seguire le istruzioni del dentista su ciò che si può mangiare.

È fondamentale non solo consumare cibi morbidi, ma anche alimenti nutrienti. Offrire all'organismo la possibilità di nutrirsi adeguatamente dopo un intervento di impianto dentale aiuta il processo di guarigione a concludersi più rapidamente e riduce il rischio di problemi post-operatori. Un modo perfetto per mangiare cibi morbidi e ricchi di sostanze nutritive è mangiare broccoli al vapore e consumare frullati proteici. I frullati sono un altro modo per assicurarsi di assumere una quantità sufficiente di nutrienti nella dieta temporanea a base di cibi morbidi. Si consiglia comunque di non utilizzare una cannuccia, poiché la sua suzione può danneggiare l'area chirurgica. Utilizzate piuttosto un cucchiaio.

Rimanere idratati

È indispensabile mantenere livelli di idratazione adeguati, soprattutto dopo essersi sottoposti a un intervento di implantologia dentale. Rimanere idratati facilita l'eliminazione dal corpo di sostanze nocive che potrebbero bloccare il processo di recupero. Inoltre, consente di mantenersi freschi. A tal fine, è consigliabile consumare un'elevata quantità di acqua evitando alcol e caffeina, poiché entrambi causano disidratazione. Infatti, l'alcol può interferire con il processo di guarigione e si raccomanda di evitarlo per almeno due settimane dopo l'intervento, o idealmente fino al completo recupero. Inoltre, si consiglia di non utilizzare cannucce per bere frullati, frullati proteici o altre bevande. 

Utilizzare impacchi di ghiaccio

Anche se il gonfiore dopo l'intervento di implantologia dentale è in genere minimo, alcuni individui possono accusare un gonfiore maggiore di altri. Per ridurre il gonfiore e il disagio, un impacco di ghiaccio può essere una soluzione semplice ed efficace. È però essenziale proteggere la pelle da eventuali danni, avvolgendo l'impacco di ghiaccio in un asciugamano prima di applicarlo sul viso. Inoltre, si consiglia di utilizzare gli impacchi di ghiaccio per circa venti minuti, seguiti da una pausa di venti minuti prima di riapplicarli. L'uso prolungato degli impacchi di ghiaccio o il loro utilizzo diretto sulla pelle può provocare un'ustione da ghiaccio.

Risciacquare con acqua salata

I risciacqui con acqua salata sono consigliabili dopo qualsiasi tipo di intervento chirurgico orale. Non solo sono lenitivi per la ferita, ma riducono anche il numero di batteri all'interno della bocca senza causare irritazioni. Per fare un risciacquo con acqua salata occorre un cucchiaino di sale in 236 ml di acqua tiepida. Una volta sciolto il sale, si può sciacquare dolcemente il composto in bocca per circa trenta secondi e, una volta terminato, sputarlo. Gli sciacqui con acqua salata possono essere effettuati fino a quattro volte al giorno, a seconda delle indicazioni del dentista.

Non fumare

È noto che il fumo è dannoso per la salute generale, anche se non ci si è sottoposti ad un intervento di implantologia dentale. Peraltro, fumare dopo l'inserimento di un impianto dentale può danneggiare gravemente le possibilità di un processo di guarigione soddisfacente. Prima di tutto, la nicotina influisce sul flusso di ossigeno alle ossa e ai tessuti orali, limitandolo. In secondo luogo, la nicotina e il tabacco possono anche influire sull'osteointegrazione, il che significa che la fusione non avverrà presto e che è molto probabile un fallimento dell'impianto. Questi sono alcuni dei motivi per cui è consigliabile smettere o evitare di fumare durante il processo di guarigione.

Praticare una buona igiene orale

Anche se gli impianti dentali non fanno parte dei denti veri e propri, devono essere trattati come tali. Fondamentalmente, richiedono un'adeguata igiene orale. L'igiene orale esatta varia durante le diverse fasi del recupero, ma è determinante seguire le istruzioni del dentista per garantire una bocca pulita. Ciò contribuirà a ridurre la possibilità di sviluppare un'infezione intorno all'area chirurgica.

Evitare attività faticose

Non si deve riprendere la routine di esercizio quotidiano subito dopo l'intervento di impianto. In genere, i dentisti consigliano di astenersi da attività faticose per almeno tre giorni dopo la procedura di impianto dentale. 

Il motivo è che le attività faticose e vigorose possono far precipitare il cuore più velocemente, aumentando l'emorragia post-operatoria e gli urti, con conseguenti molte complessità. In parole povere, è obbligatorio limitare le attività fisiche pesanti durante il processo di guarigione dell'impianto.

Assumere gli antidolorifici che vi sono stati somministrati

Il dentista potrebbe prescrivervi una qualche forma di antidolorifico. Per ridurre al minimo il dolore, è consigliabile seguire le istruzioni. Nel caso in cui il dentista non vi abbia dato una prescrizione, potete sempre utilizzare farmaci da banco.

Non usare la cannuccia

Forse inaspettatamente, quando si pensa a tutte le cose che bisogna smettere di fare dopo un intervento di impianto dentale, sicuramente non si pensa alle cannucce. Eppure, vale la pena ricordare che la cannuccia è l'ultima cosa da usare se si ha una ferita orale. Il succhiare potrebbe sabotare l'intero intervento, rovinare la ferita e rallentare il processo di guarigione.

Istruzioni generali per la cura post-trattamento

Malesseri post-operatori come angoscia, agonia, sanguinamento e dolore sono frequenti nella chirurgia di implantologia.

Di seguito sono riportate alcune delle azioni di cura più frequenti che dovrebbero essere intraprese per il benessere di un nuovo dente che è stato impiantato:

  • Effettuare sciacqui con acqua salata: è possibile mescolare 1 cucchiaino di sale in una tazza di acqua tiepida. Sciacquate la bocca con questa soluzione tre volte al giorno durante la prima settimana dopo l'intervento. Questo aiuterà a mantenere l'igiene orale e a ridurre il rischio di infezioni.
  • Impacco freddo: applicare un impacco di ghiaccio sulla zona gonfia per 15 minuti, quindi rimuoverlo per qualche minuto prima di ripeterlo. Ripetere l'impacco freddo a intervalli regolari per diversi giorni dopo l'impianto per calmare i nervi e ridurre al minimo il gonfiore.

Abitudini da abbandonare

Come il fumo, ci sono altre abitudini che si dovrebbero interrompere e attività di vita che si dovrebbero cambiare per accelerare il processo di recupero. Eccone alcune:

  • Mangiarsi le unghie
  • Scricchiolio del ghiaccio
  • Bere liquidi con una cannuccia
  • Mordere sostanze dure
  • Consumo frequente di bevande contenenti caffeina

Che livello di dolore ci si può aspettare durante il periodo di recupero dopo un intervento di impianto dentale?

L'intera procedura di impianto dentale viene eseguita sotto l'effetto di una sedazione, quindi non sentirete alcun dolore. In ogni caso, la sedazione si esaurisce dopo qualche ora. Se è stato estratto un dente, potrebbe anche esserci un coagulo di sangue nel sito con un gonfiore minimo. I dentisti in Albania fanno in modo che il livello di dolore durante il periodo di recupero dopo un intervento di impianto dentale sia il più basso possibile. Ciò è dovuto in parte al fatto che la porzione di radice è lontana dalle terminazioni nervose, all'interno dell'osso, il che rende il periodo di recupero più rapido e semplice. Anche se una piccola incisione può provocare una lieve irritazione, non si può dire nulla di più. Anche in questo caso, il miglior antidolorifico è costituito da farmaci da banco come l'ibuprofene o il paracetamolo. Non è necessaria alcuna forma di sollievo dal dolore, poiché l'integrazione ossea avviene. In realtà, il periodo di recupero dopo un intervento di impianto dentale è molto più breve rispetto alla rimozione di un dente del giudizio.

Dopo un intervento di impianto dentale, quando è sicuro tornare alle attività normali o regolari?

La cosa più importante che comunichiamo ai nostri pazienti è che in genere possono tornare alla loro normale routine entro un giorno dall'intervento. Questo vale anche se insieme agli impianti dentali vengono inseriti degli innesti ossei. Se ci si sente tranquilli, si è liberi di tornare alla propria vita quotidiana, come il lavoro o altre attività familiari. Tuttora, se è stato rimosso un dente, è meglio aspettare ancora un po' prima di tornare nell'area chirurgica, per evitare di irritarsi. Una volta che i tessuti gengivali si sono completamente ristabiliti, l'osteointegrazione continuerà per altri mesi. Il fatto che gli impianti dentali o i siti di innesto osseo si stiano ancora integrando non significa in alcun modo che dobbiate cambiare il vostro stile di vita, la vostra routine o provare disagio. Si tratta di un processo del tutto naturale che richiede tempo. La maggior parte dell'osteointegrazione può richiedere da tre a sei mesi, a seconda della vostra salute orale.

Quali sono i passaggi per prendersi cura degli impianti durante il processo di guarigione?

Facile! Mantenete la vostra routine di igiene orale iniziale, se è quella corretta. Evitare di spazzolare e passare il filo interdentale intorno all'area dell'impianto per i primi giorni. Piuttosto, sciacquate con acqua salata tiepida per rimuovere i batteri e prevenire qualsiasi tipo di infezione. Dopo la guarigione dalla chirurgia implantare, dovrete iniziare a pulire il vostro impianto dentale come fate con i vostri denti naturali. Durante la visita del piano di trattamento, il dentista vi mostrerà come mantenere una buona igiene orale.

Qual è la tempistica prevista per un recupero completo dopo un intervento di impianto dentale?

Ancora una volta, questo è ciò che sorprende la maggior parte dei clienti dell'odontoiatria estetica. I dentisti delle nostre cliniche sono certi che per i pazienti implantati il processo di recupero dura solo circa ventiquattro ore. Detto questo, una volta trascorse le ventiquattro ore si può continuare con la propria routine quotidiana. Tenete presente che il recupero completo dopo un intervento di impianto dentale, per l'osteointegrazione dell'osso, può durare diversi mesi. Per evitare il fallimento dell'impianto, i dentisti albanesi non inseriranno protesi permanenti da utilizzare immediatamente. Al contrario, si indosseranno protesi curative impermanenti per riempire i denti mancanti.

Risultato

Tenete presente che il periodo di guarigione degli impianti dentali cambia per ogni individuo, poiché il processo di recupero dipende da diversi fattori, come il numero di impianti fissati o la posizione dell'impianto. Se ci si sottopone a un intervento di innesto osseo, il processo di recupero durerà molto più a lungo.

Come già affermato, oltre ad assumere i farmaci prescritti, per una guarigione adeguata dell'impianto è necessario apportare piccole modifiche alla propria dieta o abbandonare alcuni dei propri prodotti preferiti.

Sommario

Contattaci

Esplora altri articoli

it_ITItaliano
Per richiedere un preventivo gratuito, compilate il modulo sottostante.